Rinoplastica a Milano

Rinoplastica Milano introduzione

La rinoplastica è l'intervento principe della chirurgia estetica e della chirurgia plastica ricostruttiva, tanto che una raffigurazione simbolica di uno step della ricostruzione del naso che risale al cinquecento, attribuita al noto (per gli addetti ai lavori) Gaspare Tagliacozzi, costituisce il "marchio" della più nota società italiana di chirurgia plastica e ricostruttiva ed estetica (la SICPRE).

Il naso nei secoli passati era oggetto di sanzioni penali che ne sancivano l'amputazione, per questo la chirurgia si è data da fare per recuperare il "maltolto".

Rinoplastica a Milano -  criteri di una scelta

A Milano ci siamo organizzati in equipe per supportare sia le richieste estetiche relative agli intestetismi del naso, sia le richieste funzionali relative ai deficit respiratori. Spesso le due fattispecie coesistono nello stesso paziente, sono come de facce della stessa medaglia. Chirurgia estetica Milano garantisce sempre la collaborazione dello specialista chirurgo plastico estetico e dello specialista otorinolaringoiatra. 

Rinoplastica a Milano - chirurgia estetica del naso

La chirurgia estetica del naso che la nostra equipe suggerisce è la cosiddetta tecnica chiusa, senza cicatrici esterne (precolumellari) e senza alterazione delle strutture anatomiche essenziali (i "domi" o  "duomi" che sono particolari anatomici di strutturazione delle cartilagini alari che sono le cartilagini della punta) per la forma naturale della punta del naso e soprattutto per la sua proiezione come abbiamo ben spigato nella pagina dedicata alla tecnica "open" o aperta, versus la tecnica "chiusa".

Rinoplastica Milano pur essendo si espressa in merito alle possibili indicazioni della tecnica open, ritiene più giusta in ogni caso la tecnica chiusa.

Rinoplastica a Milano - chirurgia funzionale del naso- disfunzione respiratoria per deviazione del setto

La chirurgia funzionale del naso occorre quando un naso non respira bene. Non sempre se un naso non respira bene ciò è risolvibile con la chirurgia, anche se in apparenza sembrerebbe di sì, per la presenza ad esempio di un setto deviato.

Quando un naso si presenta con un setto deviato e il paziente lamenta di non respirare bene infatti può essere che la ragione della disfunzione respiratoria sia proprio la deviazione settale che va ad ostruire con la sua antonia patologica, da un lato (quello della convessità della parte deviata del setto) una fossa nasale, impedendo all'aria di fluire agevolmente, e dall'altro lato creando la condizione di una apertura troppo grande che causa un flusso turbolento dell'aria, anziché un flusso laminare cioè fisiologico.

Un flusso turbolento è causa di infiammazione cronica e può stimolare un turbinato (struttura molto vascolarizzata che sta addossata alla parete laterale delle fosse nasali).

I turbinati sono nel numero di tre per lato, sono strutture ossee, propaggini di un osso mediano della base cranica, che è l'etmoide, e come caratteristica peculiare, che giustifica la loro funzione, è di essere molto vascolarizzati.

La matassa vascolare che sta sotto la mucosa dei turbinati ha una particolare caratteristica che è la vaso dinamica: la matassa vascolare si riempie di sangue caldo con la vaso dilatazione, quando serve condizionare l'aria troppo fredda (climi freddi, paesi nordici), e aumenta di volume, quando serve ridurre l'ampiezza della cavità aerea (fossa nasale) quando è eccessivamente larga (lato opposto della deviazione settale) e causa per ciò un moto turbolento dell'aria inspirata.

Se la vaso dinamica del turbinato responsabile del rigonfiamento del turbinato, è cronica, si può verificare una ipertrofia stabile del turbinato (ipertrofia cosiddetta compensatoria) che va lasciata stare e non corretta chirurgicamente, come rinoplastica Milano non si stanca  di raccomandare e  come qualche ignorante invece suggerisce sempre, in quanto una volta risolte le condizioni causative (la deviazione settale), il turbinato ipertrofico "rientra " spontaneamente nella sua morfologia/condizione  fisiologica.

Rinoplastica a Milano - chirurgia funzionale del naso- disfunzione respiratoria - deviazione del setto non influente sulla disfunzione.

Abbiamo detto che non sempre a fronte di una deviazione del setto nasale la disfunzione respiratoria sia attribuibile alla deviazione del setto. Infatti per essere causa della disfunzione, il setto nasale deviato deve ostruire (parzialmente o totalmente) una fossa nasale cioè una via aerea. Se ciò non accade, pur trovandoci di fronte a un il setto deviato non ostruente e pur coesistendo una disfunzione respiratoria, le cause vanno reperite in altra sede, ad esempio in distesi allergica per cui può esserci una ipertrofia dei turbinati (cronicamente stimolati) divenuta irriducibile e causa della disfunzione respiratoria.

In tal caso l'ipertrofia dei turbinati va trattata chirurgicamente.

Rinoplastica Milano - chirurgia estetica e funzionale del naso

Spesso l'estetica (difetti estetici) e la funzione (disfunzione) coesistono, sono cioè le facce di una stessa medaglia. E ciò è in linea con quanto è nella natura degli esseri viventi come dice il grande antropologo Viola " l'estetica è il segno col quale la natura descrive la funzione, che significa che ad una estetica corrisponde una funzione e ciò giustifica anche il motivo per cui al bello corrisponde anche una buona funzione.

Ebbene nel caso di coesistenza di problemi estetici e di problemi funzionali la nostra equipe li risolve contestualmente.

RICHIEDI INFORMAZIONI